Crea sito

Archive for gennaio, 2013


ONLINE IL SITO DEL CONSIGLIO DI COMUNITA’

on 27 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su ONLINE IL SITO DEL CONSIGLIO DI COMUNITA’

Il sito internet del Consiglio di Comunità è finalmente una realtà. In soli 2 mesi (e gratuitamente) abbiamo realizzato una finestra informativa fondamentale per la divulgazione del nostro operato e di chi in futuro occuperà le sedie della delegazione di Giulianello. Il sito internet è reperibile al seguente link: www.comunitagiulianello.altervista.org. E’ un quadro informativo molto semplice, dall’utilizzo intuibile anche per chi non ha dimestichezza con il mondo del web. Al momento, il sito conta 8 sezioni:

  • HOME PAGE: pagina di benvenuto con tanto di video divulgativo del paese di Giulianello e link che riportano alle altre due istituzioni del Comune al momento su internet: consiglio comunale e consiglio giovani;
  • I CONSIGLIERI: sezione che elenca nomi e cognomi dei consiglieri facenti parte del Consiglio di Comunità;
  • ATTI: sezione dedicata alle pubblicazioni ufficiali prodotte dalla Circoscrizione;
  • REGOLAMENTO CONSIGLIO DI COMUNITA’: in modalità “giornalino”, qui è possibile leggere lo Statuto che regolamenta il funzionamento dell’organo;
  • COMUNICATI STAMPA: è la pagina dove sarà possibile leggere articoli che coinvolgono il Consiglio;
  • ARCHIVIO: è la sezione che raccoglie materiale delle consiliature precedenti (quindi, una volta portato a termine il mandato attuale, tutto il materiale pubblicato nelle sezioni atti e comunicati stampa sarà trasferito qui);
  • RISULTATI ELETTORALI: pagina ove pubblichiamo i risultati di lista ed individuali di chi si candida come consigliere di circoscrizione;
  • CONTATTI: per instaurare un filo diretto con la popolazione, mettiamo a disposizione tutti i recapiti con cui contattarci. Al momento è disponibile la mail: [email protected] .

 

Alcune sezioni devono ancora essere riempite, ma è questione di giorni. Ciò che conta è che, anche in questo caso, abbiamo dimostrato la volontà di non nasconderci di fronte a nessuno. Dopo aver attuato una campagna d’informazione tramite testate giornalistiche cartacee ed online ( la più forte da quando è stato istituito l’organo), adesso diamo a tutti la possibilità di vedere comodamente da casa tutto il nostro operato, nel pieno rispetto della trasparenza amministrativa.

 

ADESSO TOCCA A VOI – IL LAZIO PERBENE (PARTE 2)

on 24 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su ADESSO TOCCA A VOI – IL LAZIO PERBENE (PARTE 2)

Il 24 ed il 25 febbraio si voterà per il rinnovo del Consiglio Regionale del Lazio, decaduto in seguito allo “scandalo Fiorito”.
Venerdì, a Giulianello si è costituito ufficialmente il comitato a sostegno di Giorgio de Marchis, attualmente consigliere di opposizione al Comune di Latina e candidato in quota PD per le elezioni regionali.

Il Comitato è aperto non solo ai tesserati PD, ma anche a tutti coloro che intendono contribuire a ricostruire da un punto di vista morale, sociale, economico… la Regione della capitale d’Italia, ingiustamente salita negli ultimi tempi agli onori della cronaca per colpa di chi alla Pisana ha preferito anteporre i propri interessi personali utilizzando denaro pubblico. Il Lazio non è questo, e vogliamo dimostrarlo insieme a Giorgio de Marchis.
Per questo, il Comitato di Giulianello, oltre alla campagna sul territorio, ha deciso di dar vita ad una sezione del sito www.elnuevodia.altervista.org (gestito da Angelo Cioeta, sarà una finestra informativa così come lo è stato anche per le elezioni amministrative 2012) riguardante le regionali 2013. La sezione si chiamerà “ADESSO TOCCA A VOI – IL LAZIO PERBENE”, e sarà una finestra a sostegno di Giorgio de Marchis e Nicola Zingaretti, parlando giorno per giorno delle più svariate tematiche: sanità, ambiente, cultura, sociale, ambito locale…
Per realizzare tale progetto però, serve la collaborazione di persone (al momento, solo di Giulianello) disposte ad assumersi l’impegno di scrivere un articolo a settimana (fino al 24 – 25 febbraio) in un preciso giorno, appassionate della politica e del bene comune, coerenti con le posizioni dei candidati citati in precedenza.
Per aderire all’iniziativa ( e, più in generale al comitato), inviare una mail al referente Cioeta Angelo:
[email protected]

Intanto, il Comitato vi invita a segnarvi in agenda le seguenti date:

  • sabato 26 (ore 10:00): Nicola Zingaretti sarà presente a Latina presso l’Hotel Europa;
  • giovedì 31: sempre presso l’Hotel Europa, presentazione ufficiale della candidatura di Giorgio de Marchis con Stefano Fassina;
  • venerdì 1° febbraio: Giorgio de Marchis sarà presente presso il mercato a Cori.

SIAMO TORNATI

on 24 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su SIAMO TORNATI

Ci è voluto un po’, ma alla fine siamo riusciti nell’impresa di far sopravvivere il blog www.ilgrido.eu. Sarebbe stato un peccato infatti buttare all’aria il lavoro di due anni di attività. Occorre riepilogare quanto abbiamo realizzato nel periodo agosto 2010 ( anno in cui siamo nati) – 2013 per far comprendere la quantità e la qualità di quello che abbiamo prodotto:

  • alla campagna referendaria del giugno 2011 abbiamo detto tre volte SI: all’abolizione del legittimo impedimento, alla ripubblicizzazione del servizio idrico e al non ritorno al nucleare;
  • realizzazione incontro “ORA… PARLA LIBERA”: la fondazione di Don Luigi Ciotti ci ha esposto la situazione in Provincia di Latina della criminalità organizzata;
  • mostra fotografica sul 150° dell’Unità Nazionale, realizzata da Marco Mattozzi. Una mostra che ci ha permesso di vedere l’unificazione non con i libri di storia, ma con un occhio critico. Sono state coinvolte le scuole elementari e medie di Giulianello e Cori;
  • spettacolo teatrale “O’ Patria Mia” ad opera di Tito Vittori, sempre nell’ambito delle celebrazioni del 150°. Lo spettacolo la mattina è stato aperto alle scuole, il pomeriggio a tutti;
  • Esposizione di poesie di autori del panorama locale e regionale.

E online:

  • abbiamo realizzato 2 speciali sul giorno della memoria (27 gennaio);
  • abbiamo realizzato 2 speciali sulle foibe (10 febbraio);
  • abbiamo creato uno speciale sullo Stand – Up;
  • abbiamo realizzato uno speciale sul decennale dell’11 settembre (attentato alle Torri Gemelle);
  • abbiamo realizzato uno speciale sul 25 aprile;
  • abbiamo realizzato uno speciale sul 150° dell’unità nazionale;
    speciale sul disastro ambientale nella “Valle del Sacco”

    A lungo siamo stati tra i primi 5000 blog d’Italia (classifica Ebuzzing). Adesso la lunga inattività ci ha cancellato dalla classifica. Ma contiamo di tornarci il prima possibile. Della vecchia squadra è rimasto solo il sottoscritto, ma il bello è che siamo non più 4, ma 7:
    1. Angelo Cioeta;
    2. Gianmarco Mattoccia;
    3. Rachele Gasbarra;
    4. Alessandro Bortone;
    5. Gianmarco Centra;
    6. Piero Massotti;
    7. Riccardo Caratelli.
    E contiamo di aumentare in un prossimo futuro.
    Come ci comporteremo? Sicuramente non dilapideremo il patrimonio accumulato nei due anni di attività: riprenderemo le collaborazioni con “IL MALPAESE”, con LIBERA, con TITO VITTORI (sempre che gli interessati siano disponibili a riallacciare tali contatti), cercheremo altre “alleanze” (siamo già in contatto con un’associazione per dar vita ad un grande progetto, ma per il momento non vi sveliamo nulla). Contemporaneamente continueremo a valorizzare (online) le date più significative del nostro calendario a livello storico e culturale ( 2 giugno, 25 aprile… ) e con un occhio di riguardo a quelle che più di recente sono entrate nella nostra storia (9 maggio > Festa dell’Europa).
    Ma siamo decisi anche a parlare di tanto altro: legalità, sociale, integrazione…
    Insomma, ci sono tutti i materiali per continuare a costruire una bellissima storia: giovani che si pongono al servizio della società civile al solo scopo di migliorare ( nel loro piccolo ) la realtà di tutti i giorni.

 

Fonte: http://www.ilgrido.eu/index.php?set=102&blog_tool_id=&local_page=blog&left_local_page=&month=&year=&users_table=&dom_sld=ilgrido&dom_tld=eu&sito_gratis=&sito=&leggi_risposte=1494723

ADESSO TOCCA A VOI :“IL LAZIO PERBENE”

on 20 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su ADESSO TOCCA A VOI :“IL LAZIO PERBENE”

Il 24 ed il 25 febbraio si voterà per il rinnovo del Consiglio Regionale del Lazio, decaduto in seguito allo “scandalo Fiorito”.
Venerdì, a Giulianello si è costituito ufficialmente il comitato a sostegno di Giorgio de Marchis, attualmente consigliere di opposizione al Comune di Latina e candidato in quota PD per le elezioni regionali.

Il Comitato è aperto non solo ai tesserati PD, ma anche a tutti coloro che intendono contribuire a ricostruire da un punto di vista morale, sociale, economico… la Regione della capitale d’Italia, ingiustamente salita negli ultimi tempi agli onori della cronaca per colpa di chi alla Pisana ha preferito anteporre i propri interessi personali utilizzando denaro pubblico. Il Lazio non è questo, e vogliamo dimostrarlo insieme a Giorgio de Marchis.
Per questo, il Comitato di Giulianello, oltre alla campagna sul territorio, ha deciso di dar vita ad una sezione del sito www.elnuevodia.altervista.org (gestito da Angelo Cioeta, sarà una finestra informativa così come lo è stato anche per le elezioni amministrative 2012) riguardante le regionali 2013. La sezione si chiamerà “ADESSO TOCCA A VOI – IL LAZIO PERBENE”, e sarà una finestra a sostegno di Giorgio de Marchis e Nicola Zingaretti, parlando giorno per giorno delle più svariate tematiche: sanità, ambiente, cultura, sociale, ambito locale…
Per realizzare tale progetto però, serve la collaborazione di persone (al momento, solo di Giulianello) disposte ad assumersi l’impegno di scrivere un articolo a settimana (fino al 24 – 25 febbraio) in un preciso giorno, appassionate della politica e del bene comune, coerenti con le posizioni dei candidati citati in precedenza.
Per aderire all’iniziativa, inviare una mail con tanto di nome, cognome e foto a:
[email protected]

 

 

 

LEGGI L’APPELLO E FIRMA!

CAMPAGNA DI PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLONRETTO

on 15 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su CAMPAGNA DI PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLONRETTO

“MI CONSENTA”, l’intervento di Marco Travaglio a “SERVIZIO PUBBLICO”

on 12 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su “MI CONSENTA”, l’intervento di Marco Travaglio a “SERVIZIO PUBBLICO”

Vittorio Mangano: vabbè, capita, errori di gioventù. Poi, se ti serve uno stalliere…

Licio Gelli: succede, sembrava una così brava persona. Poi il fascino del cappuccio…

Bettino Craxi: pareva un grande statista, poi ha tralignato. Vai a prevederlo.

Cesare Previti: facile scambiarlo per un bravo avvocato, specie se non hai letto Cesare Lombroso. Marcello Dell’Utri: era dell’Opus Dei, aveva tanti amici siciliani, con tutti quei libri antichi ti confondeva, era molto colto, soprattutto sul fatto. Vabbè, ha più processichecapelliintesta.Maallora Gramsci, ne vogliamo parlare? Don Luigi Verzé, quello del San Raffaele: si può capire, era un prete, sembrava un sant’uomo, vai a prevedere che al Dio Uno e Trino preferiva il quattrino.

Renato Squillante: ma insomma, ti accusano di avercela sempre coi giudici, poi te ne piace uno e te lo arrestano subito, ma allora ditelo.

Gianpi Tarantini: vabbè, dai, un’amiciziasbagliatapuòsempre capitare. Viene da te un giovane imprenditore che si è fatto da solo, in tutti i sensi. Come fai a pensare che uno che va in giro con 20-30 ragazze alla volta fa quel mestiere lì, dai, era proprio insospettabile. Aggiungi che le sue ragazze appena entravano a Palazzo Grazioli o a Villa Certosa e tum! s’innamoravano tutte del latin lover: tac! folgorate dallo charme del vecchio play boy. Se poi Gianpi le pagava, mica te lo veniva a dire, era a tua insaputa, e comunque era per le spese del viaggio, l’indennità di trasferta. Valter Lavitola: un fine diplomatico, questo sembrava a prima vista, gli mancava giusto la feluca. A Panama lo conoscevano tutti, e anche a Saint Lucia. Capita a tutti di sbagliare valutazione, no?

Lele Mora: ma dico io, come fai a sospettare che uno condannato 20 anni fa per spaccio sia un poco di buono. E la redenzione dell’essere umano?

Ruby Rubacuori: quella poi, appena la vedi ti viene in mente una parente di Mubarak, due gocce d’acqua. La tipica faccia di una che vuol metter su un centro estetico. Allora le compri il laser antidepilazione da 60 mila euro. E quale minorenne: ma se dimostrava 65 anni!

Nicole Minetti: lei invece quando la vedi ti viene subito in mente l’igiene dentale, la pluri-laureata, altro che balle. E poi mica l’ho candidata io: hanno fatto tutto 5 scrutatori senza farmela neanche vedere. Chissà cosa scrutavano.

Totò Cuffaro: l’ha scoperto Casini, poi lo condannano per favoreggiamento alla mafia e tu che fai, glielo lasci? Ma no, ti viene un attacco di gelosia e glielo freghi: è la stessa soddisfazione del tifoso del Milan che prima del derby strappa la bandiera nerazzurra all’ultrà dell’Inter.

Francone Fiorito detto “Er Batman de Anagni”: era finiano, ma non si poteva lasciarlo alla concorrenza. Basta guardarlo: è il tipico liberaldemocratico di scuola einaudiana. E dove lo metti uno così? Ma a capogruppo alla Regione Lazio, come minimo. L’hanno arrestato, e allora? Anche Giordano Bruno!

Ed è solo un piccolo campione del ritratto di famiglia in un inferno, ché a citarli tutti facciamo notte.

Ecco, Cavaliere, premetto che sono tutti innocenti: anche i condannati, anche gli arrestati,anche chi ha patteggiato, e pure lei, anche se ha avuto 7 prescrizioni, 1 amnistia, 3 volte s’è depenalizzato il reato e ha una condanna in I grado per frode fiscale.

Però… non so se ha presente il film di Mel Brooks Mezzogiorno e mezzo di fuoco: quando il cattivo arruola una sporca dozzina per assaltare il villaggio di Rock Ridge. Si siede dietro un banchetto ed esamina i curricula dei candidati in fila indiana: “Precedenti penali?”. Il primo risponde: “Stupro, assassinio, incendio doloso, stupro”. E lui: “Hai detto due volte stupro”. “Sì, ma mi piace tanto lo stupro!”. “Ottimo, firma qua. Avanti il prossimo… Precedenti penali?”. “Atti di libidine in luogo pubblico”. “Non è mica tanto grave”. “Sì, ma in una chiesa metodista!”. “Ah carino! Arruolato, firma qua!”. Ecco, a volte viene il sospetto che lei la sua classe dirigente e i suoi candidati li selezionasse così.

Ma se l’immagina un Obama, una Merkel, un Cameron, fotografati accanto a uno solo di questi personaggi? Ora, meritoriamente, promette liste pulite, rinnovate per il 90%, forse non troverà un posto nemmeno per il suo amico Dell’Utri. E terrà fuori chi ha più di 65 anni, chi ha processi in corso, e chi non si impegna ad andarsene dopo 2 legislature. A parte che lei ha 77 anni, i processi non se li è mai fatti mancare e si candida alla sesta legislatura, ma che senso ha eliminare imputati e condannati? Se li elimina, vuol dire che si fida della magistratura, o almeno la rispetta: la magistratura che, come dice lei esagerando, l’ha sempre assolto. Dunque va rispettata anche quando condanna lei o qualcuno dei suoi, no? Mica si può rispettarla a targhe alterne.

Per carità, ci sono impresentabili anche in altri partiti: ma lei 20 anni fa entrò in politica per rinnovare la classe dirigente, per fare la rivoluzione liberale, per essere diverso, migliore dei politicanti, portando gente competente, dalla trincea del lavoro. Nella sua prima campagna elettorale, fece firmare agli aspiranti candidati di Forza Italia questa dichiarazione: “Dichiaro 1) di non avere carichi pendenti 2) di non aver ricevuto avvisi di garanzia 3) di non essere stato e di non essere sottoposto a misure di prevenzione e di non avere a mio carico procedimenti in corso” . E quando vinse le elezioni tentò di avere come ministro dell’Interno il pm simbolo di Mani Pulite, Di Pietro, mentre La Russa offriva al pm Davigo il ministero della Giustizia.

Poi è emersa tutta un’altra foto di gruppo. I casi sono tre: o è sfortunato nelle amicizie; o porta una sfiga boia ai suoi amici; o i personaggi “discutibili” li attira come la carta moschicida, perché le somigliano, o perché vorrebbero somigliarle, o perché lei dà il cattivo esempio. Mai pensato di aver sbagliato nella scelta dei suoi uomini? E, se sì, perché non ha mai chiesto scusa?

Ecco, sono 20 anni che aspetto di intervistarla su ciò che diceva e faceva. Ma ora non mi viene nemmeno una domanda. Perché la cosa più grave non è quel che ha detto e fatto in questi 20 anni: ma quel che non ha detto e fatto, o non ha potuto dire e fare.

Poteva chiedere la verità sulle stragi politico-mafiose, o forse non poteva.

Poteva, o forse non poteva dire alla gente che le tasse sono alte non perché lo Stato le mette le mani in tasca, ma perché molti non le pagano e invece bisogna pagarle tutti; e chi non le paga non è un furbo da invidiare e condonare, ma un ladro da punire e detestare, perché deruba i tanti onesti che le pagano. O forse non poteva.

Poteva dire che chi paga e chi prende tangenti non va candidato, va isolato e punito perché ci ruba 60 miliardi all’anno. O forse non poteva.

Poteva dire che la mafia va combattuta, e per sconfiggerla non si devono chiedere voti ai mafiosi, e tantomeno accettarli. O forse non poteva.

Poteva dire agli italiani che le leggi e la Costituzione vanno rispettate, non cambiate a proprio uso e consumo. O forse non poteva. Pensi, se l’avesse fatto, come sarebbe bella, onesta, pulita e ricca oggi l’Italia.

Invece abbiamo perso 20 anni: lei ha speso tutte le sue energie, la sua potenza mediatica e la sua influenza sulla gente a combattere non le mafie, l’evasione e la corruzione, ma chi combatteva le mafie, l’evasione e la corruzione. Se non avessimo perso questi vent’anni e tutti quei miliardi, sa oggi quante Imu potremmo togliere sulla prima casa, e anche sulla seconda e sulla terza? Se proviamo a fare il calcolo, ci verrà da piangere. A me, a tutti, e forse persino a lei.

(Intervento letto a Servizio Pubblico)

 

 

 

FONTE: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/11/miconsenta-i-miei-interventi-di-ieri-a-servizio-pubblico/467028/

 

Protetto: 2 BELLISSIME STORIE

on 6 gennaio 2013 in Senza categoria Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Adesso tocca a voi. Il Lazio perbene

on 6 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su Adesso tocca a voi. Il Lazio perbene

 

 

 

 

 

 

Ho deciso di candidarmi alle elezioni regionali del 24 e 25 febbraio per dare voce a tutti i cittadini perbene che vogliono cambiare le cose.

Dopo anni di battaglie dalla parte dei cittadini al consiglio comunale di Latina, credo di essere pronto per portare in Regione la voce del nostro territorio.

Il centrodestra ha dimostrato di non essere in grado di governare il Lazio, e i pessimi risultati ottenuti da Storaceprima e Polverini poi – tra scandali, economia in ginocchio e debito sanitario alle stelle – sono sotto gli occhi di tutti.

Adesso abbiamo la possibilità di voltare pagina.

Nicola Zingaretti è il miglior candidato possibile per governare il Lazio. Con lui ho un rapporto di grandestima e amicizia, è una persona seria e un amministratore capace che incarna il cambiamento di cui la nostra Regione ha bisogno.

Il mio impegno è quello di lavorare assieme a Nicola con la passione e la voglia di sempre per trovaresoluzioni concrete ai tanti problemi della nostra provincia, a cominciare da lavorotrasportisanità,ambiente.

Le elezioni del 24 e 25 febbraio sono una grande occasione per riportare Latina e tutto il territorio pontinoal centro del Lazio, dopo anni in cui la nostra voce è rimasta inascoltata.

Sono convinto che, soprattutto in una fase storica decisiva come questa, le persone oneste e perbeneabbiano il dovere di farsi avanti e mettersi in gioco per cambiare le cose. La scelta da fare è chiara, ilcambiamento è possibile.

Adesso tocca a voi. Il Lazio perbene.

Giorgio De  Marchis

Fonte:http://www.giorgiodemarchis.it/?p=1883 

NOI RIPARTIAMO DA QUI…

on 3 gennaio 2013 in Senza categoria Commenti disabilitati su NOI RIPARTIAMO DA QUI…