Crea sito

Archive for the ‘Senza categoria’ Category


Un pezzo d’infanzia nostrana che diventa libro;

Una parte di #Giulianello che diventa lo spunto per aprire una #finestrasulmondo.

“RICORDI D’INFANZIA (Per un mondo a misura di bambino)” sarà possibile acquistarlo da domani. Per averlo, è sufficiente contattarmi qui: [email protected] 

P.S. 👉 nella foto, da sinistra verso destra:Gianmarco Mattoccia Piero Massotti Angelo CioetaEmanuele Rungi

Grafica e impaginazione 👉 Sofia Bucci

Vi racconto il VietNam

on 14 ottobre 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Vi racconto il VietNam

Federico Castillo è un ragazzo che ha avuto modo di visitare il VietNam. Da questa esperienza, ha realizzato un piccolo “reportage”, un interessante contributo che ci permette di avvicinare un’area di mondo ai più ancora sconosciuta. Buona lettura!

Un bravo Calciatore Nord Coreano in Italia

on 7 ottobre 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Un bravo Calciatore Nord Coreano in Italia

Nella serie B del calcio italiano c’è un giocatore che sta esaltando una squadra, il Perugia, traghettandola ai vertici del campionato, con buonissime probabilità di ottenere la promozione al campionato di Serie A.

Non si tratta di un brasiliano, di un argentino, di un nostro connazionale, o comunque di un giocatore proveniente da uno dei Paesi dalla grande tradizione calcistica. Arriva da lontano, dal Paese più chiuso e misterioso del mondo, che spesso fa parlare di sé solo per curiosità tragicomiche (non sempre veritiere, intendiamoci), odio verso gli americani e progetti nucleari: la Corea Del Nord […] (per continuare a leggere, cliccare qui: http://www.mondita.it/2017/10/un-bravo-calciatore-nord-coreano-in-italia/)

Il sottile confine tra bufala e verità

on 7 ottobre 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Il sottile confine tra bufala e verità

Sulla scia di quanto scritto negli ultimi due articoli (Prima parte;  Seconda parte), proseguiamo nel percorso volto ad offrire spunti per comprendere la veridicità o meno di una notizia.

La lotta politica: la bufala è per molti un ottimo strumento per cercare di strappare consenso o comunque seminare scompiglio. Nella precedente campagna referendaria, sul progetto di riforma della Costituzione, hanno avuto un alto livello di viralità news, del tipo “Matteo mi spiace, ma voterò NO al referendum” (dichiarazioni attribuite ad Agnese Landini, moglie di Matteo Renzi, ma mai dette)[1] oppure “NOTIZIA SCHOCK! Referendum: trovate 500mila schede già segnate con il SI. Condividete!” (la notizia è stata pubblicata dal sito italiani-informati.com[2] e localizzata nel Comune di Rignano sul Membro; ovviamente, anche questo è un clamoroso falso, soprattutto perché tale Comune non esiste[3]). Sono ormai una triste tradizione, invece, le bufale dei 30 euro agli immigrati, degli alberghi di lusso ai profughi etc. (riguardo ciò, si consiglia di rimandare alla lettura della sezione dedicata all’immigrazione). Prima di fare un favore a colui che è dietro la notizia bufala, cerchiamo di comportarci con lucidità, trovando conferme su internet o altri canali informativi […] (per continuare a leggere, cliccare qui: http://www.mondita.it/2017/10/il-sottile-confine-tra-bufala-e-verita/)

Il pericoloso “vuoto” degli spazi culturali

on 7 ottobre 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Il pericoloso “vuoto” degli spazi culturali

A lungo il punto lettura Gianluca Canale di Giulianello è stato un luogo molto frequentato dal sottoscritto, soprattutto per motivi di studio e associazionismo. Poi, è arrivata la laurea e sono subentrati altri impegni, che mi hanno portato a frequentare sempre meno il posto. Con l’inizio dei corsi di laurea magistrale, ogni tanto mi capita di tornare lì per studiare. Devo ammettere che, rispetto al passato, mi sono trovato davanti un ambiente più vuoto e riflessivo, ideale per lo studio ma adatto anche a snocciolare qualche interessante riflessione. Mi ero abituato a mattinate, pomeriggi ed eventi in compagnia, con un bel viavai di persone che andavano e venivano, che si fermavano per studiare o usare la sala informatica, che passavano pochi minuti, giusto il tempo di chiedere in prestito qualche libro da leggere. Negli ultimi tempi, invece, la calma piatta sembra farla da padrone, almeno per quello che ho potuto notare. Probabilmente si tratta di un periodo momentaneo, di una fase temporanea destinata a concludersi quanto prima. È però giusto approfittarne per fare una riflessione di più ampio respiro, che riguarda tante parti d’Italia. I luoghi della cultura, come i punti – lettura, le biblioteche e i musei, sono servizi culturali fondamentali nella vita di una comunità. Quando questi attirano costantemente persone, allora significa che sono vivi, che funzionano, che riescono a realizzare l’obiettivo a cui sono chiamati: far innamorare uomini e donne alla lettura, all’arte, alla bellezza, a tutto ciò che di positivo sa esprimere la cultura. Sono luoghi di aggregazione e presidi contro l’illegalità e l’ignoranza, il degrado sociale e molto altro. Viceversa, quando viene meno il flusso di persone, perché non motivate ad andare in quel luogo o, ancora più semplicemente, non ne conoscono l’esistenza, il museo e la biblioteca diventano lande desolate, destinate a sparire se non si pone subito rimedio. In tal caso, la comunità si impoverisce, perde vivacità, il degrado sociale e culturale prendono il largo. Si rischia la parabola del Nuovo Cinema Paradiso, il film premio Oscar di Giuseppe Tornatore. Inizialmente, e a lungo, principale luogo di aggregazione per gli abitanti del posto, capace di proiettare film importanti e di saper affrontare a lungo il progresso (la pellicola ignifuga, per esempio), termina la sua gloriosa storia nel peggiore dei modi: abbandonato da tutti causa soprattutto l’avvento delle videocassette, verrà abbattuto per far posto ad un centro commerciale. La cultura deve colmare il più possibile i vuoti che ci sono in una comunità. E’ un lavoro arduo, intenso e importante, che lo si può realizzare in diversi modi: coinvolgimento costante delle scuole, organizzazione di seminari, presentazione di libri, dibattiti. La cultura è uno dei motivi per cui si dà alla comunità il senso di essere tale: non disperdiamola.

Loro non ci hanno dimenticato

on 27 agosto 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Loro non ci hanno dimenticato
Ogni tanto capitava di giocare a calcio con i cassonetti della differenziata. Non di rado, il pallone finiva lì dentro. Se si era fortunati, il cassonetto era pieno e ci permetteva di recuperarlo facilmente. Quando era vuoto, invece, il recupero si presentava più difficoltoso e bisognava utilizzare una scopa, un bastone o un qualcosa in grado di fungere da “gancio”. Un giorno, ci venne in aiuto un signore anziano che abitava da quelle parti. Era Ermerindo, che vedendoci in difficoltà nel riprendere il pallone, finito nel secchione della carta, uscì di casa, lo “pescò” e ce lo diede. Ermerindo era solo uno dei tanti anziani che popolavano il luogo e che ci hanno visto crescere. Quasi quotidianamente, infatti, specie in primavera e in estate, si radunavano in una zona ombreggiata, muniti di sedie, e iniziavano a parlare tra di loro, allo scopo di passare un po’ di tempo in compagnia. Nel mentre, noi giocavamo e ogni tanto andavamo da loro per condividere un po’ di divertimento “intergenerazionale”. Oggi, quegli scambi di chiacchiere e risate non esistono più. Buona parte di quelle persone sono morte: se ne è andato Ermerindo; ci ha lasciato Giuseppina, che seppur non facente parte di quel “cenacolo”, era diventata una persona molto nota e rispettata per il suo talento poetico e per la solidità delle sue idee. Sempre fuori da quel contesto, ma non per questo da dimenticare, è Antonella, andatasene troppo presto causa una grave malattia. Del “cenacolo” di cui si diceva prima, ci sono altre due bandiere da annoverare: Nella e Pino. Moglie e marito, hanno lasciato questo mondo pochi anni fa, a distanza di poco tempo l’uno dall’altra. Fino all’ultimo, però, nonostante una memoria debilitata dalla vecchiaia, si sono ricordati di noi. Una volta, mi capitò di vedere Nella al pronto soccorso di Cori. Forse fu il nostro ultimo incontro. Io e mio padre la salutammo, lei ci impiegò un po’ a capire chi eravamo ma, appena ci riuscì, mandò i suoi saluti a tutta la nostra famiglia. Una scena simile capitò, qualche tempo dopo, con Pino. Era una delle ultime volte che si sarebbe fatto vedere dal balcone di casa sua. Un giorno lo vidi lì, seduto a prendere una boccata d’aria. Lo salutai, mi chiese chi ero e gli dissi che ero figlio a Bruno, l’“infermiere”. Senza dire altro, si ricordò di mia madre e di mio fratello. Come fece Nella, mi disse di mandare loro i suoi saluti. Queste persone sono solo alcuni dei nomi che ci hanno lasciato (altre si sono trasferite in altri lidi), ma che hanno comunque contribuito a scrivere un pezzo di vita in quel luogo. Non ci hanno dimenticato; lo stesso dovremo fare noi.
 

Una sinistra di governo e di cultura

on 29 luglio 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Una sinistra di governo e di cultura
Negli ultimi anni buona parte della sinistra, raffigurata soprattutto nel Partito Democratico, ha conosciuto una accentuata tendenza verso il perseguimento della politica della vittoria e del consenso, del governare i territori anche a costo di sacrifici pesanti. Tra gli esempi che portano a suffragare ciò, è sufficiente ricordare le dichiarazioni di qualche tempo fa, dell’allora candidato alla segreteria PD (era il 2013) Matteo Renzi, secondo cui per vincere era necessario “prendere i voti della destra”. Sull’aspetta della sinistra “di governo”… (Per continuare a leggere, cliccare qui: https://issuu.com/walkietalkie/docs/frequenze_07/8)

Inkiostro: anche l’edizione 2017 è stata un successo

on 24 luglio 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Inkiostro: anche l’edizione 2017 è stata un successo

Ennesima affermazione per la rassegna di musica e scrittura Inkiostro, che nella cornice del centro storico di Giulianello, borgo medioevale al confine tra le province di Latina e Roma, il giorno 22 luglio #2017 ha saputo radunare un gran numero di persone in un contesto tematico anni ’90, a cui quest’anno l’evento era ispirato (per continuare a leggere, cliccare qui: http://it.blastingnews.com/cultura-spettacoli/2017/07/inkiostro-anche-ledizione-2017-e-stata-un-successo-001873967.html

Musica, Parole e Immagini 2017: edizione positiva

on 23 luglio 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Musica, Parole e Immagini 2017: edizione positiva

Si è svolta il 21 luglio, presso la cornice del Forte San Gallo di Nettuno, una nuova edizione di #Musica, Parole e Immagini, evento di raccolta fondi annualmente organizzato nella città marina dal gruppo territoriale Emergency – Cisterna di Latina. Si è trattato di una serata all’insegna della musica, della presentazione dell’associazione e delle sue attività, soprattutto del perseguimento di quella che è la stella polare dell’associazione: la solidarietà (per continuare a leggere, cliccare qui: http://it.blastingnews.com/cultura-spettacoli/2017/07/musica-parole-e-immagini-2017-edizione-positiva-001869877.html )

Serena Williams: incinta non piace

on 6 luglio 2017 in Senza categoria Commenti disabilitati su Serena Williams: incinta non piace

La migliore tennista di sempre: Serena Williams è una ragazza del 1981 che si appresta a diventare madre. Per molti, invece, resta una “nera” da discriminare, un personaggio figlio di un Dio minore […] Per continuare a leggere, cliccare qui: http://www.mondita.it/2017/07/serena-williams-incinta-non-piace/